Numero verde Vigili del Fuoco

Numero verde vigili del fuoco 115, sempre operativo.

Vigili del Fuoco

I vigili del fuoco sono sotto l’autorità del Ministero dell’Interno e del dipartimento dei Vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile.

Nel 2001 e 2002 sono state riviste la struttura l’organizzazione del corpo sul territorio, a capo del quale è stato messo il Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, presso il Ministero dell’Interno. Il Prefetto è a capo del Dipartimento.

Il corpo si divide in:

– direzioni (regionali ed interregionali)
– comandi provinciali (in ogni capoluogo di provincia)
– distaccamenti territoriali

In ogni regione esiste un dipartimento e ci sono al momento oltre cento comandi provinciali, sotto i quali operano un numero variabile di distaccamenti.

Alcuni distaccamenti sono permanenti e sono di 4 livelli:

distaccamento SD1,28 unità di personale;
distaccamento SD2, 36 unità di personale (distaccamenti classificati come D2b hanno maggiore personale, circa 48 unità);
distaccamento SD3, 52 unità di personale;
distaccamento SD4, 80 unità di personale.

Numero verde Vigili del Fuoco

Numero di emergenza: 115

Per qualsiasi emergenza potete chiamare il numero verde vigili del fuoco 115.
Che sia un incendio, una persona dispersa in montagna o condizioni climatiche avverse, incidenti stradali, allagamento o calamità naturali o qualsiasi altro caso di pericolo, il numero gratuito 115 è sempre in funzione.

INDIRIZZI

Indirizzo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile
Sede: Piazza del Viminale, 1 – 00100 Roma

Indirizzo Corpo nazionale

Sede: Piazza del Viminale, 1 – 00100 Roma

Numero di emergenza: 115

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO
E DELLA DIFESA CIVILE

Per ogni richiesta di soccorso è possibile chiedere l’aiuto dei Vigili del Fuoco ad esempio in caso di incendio, ma non solo, in caso di persone disperse o che abbiano bisogno d’aiuto immediato(dispersi in montagna, laghi fiumi grotte ecc.) in caso di incidenti stradali, in caso di allagamento o di calamita naturali (terremoti, frane ecc.), insomma in tutti i casi in cui sei in pericolo.

Alla pagina “come fare per” del sito dei vigili del fuoco, potete trovare tutte le informazioni utili su tutte quelle richieste che coinvolgono i vigili del fuoco ma sono preventive e non conseguenti ad un pericolo immediato.

Numero verde Punti Patente

Numero verde punti patente: di seguito potete trovare il numero da chiamare e i contatti utili.

Patente a punti

La patente a punti fu introdotta in Italia nel 2003: in ogni paese vige un sistema diverso di punteggi, ma quasi tutti i paesi occidentali hanno adottato questo tipo di patente, al fine di erogare non solo pene pecuniarie ma pene educative, pensando che la paura di perdere la patente all’esaurimento dei punti possa funzionare come deterrente per le violazioni del codice della strada.

Il sistema prevede 20 punti iniziali che poi vengono aumentati nel caso non vengano commesse infrazioni: ogni due anni senza infrazioni comportano l’accredito di 2 punti, fino ad un massimo di 30.
Per i neopatentati da meno di tre anni (per i quali i punti tolti sono di più in caso di infrazione), a ogni anno senza infrazioni corrisponde un punto di accredito.
Ad ogni infrazione corrisponde un punteggio da levare dalla patente e in caso di recidiva i punti da togliere sono di più.

Se per due anni non si commettono infrazioni, i punti tolti vengono riassegnati, riattribuendo il punteggio iniziale.
Sono stati istituiti dei corsi specifici per il recupero dei punti: soprattutto chi usa spesso la macchina per lavoro non può rischiare di vedersi togliere la patente e quindi preferisce mettersi a studiare in modo da poter ottenere i punti sulla patente prima della scadenza di due anni senza infrazioni.

Numero verde punti patente

Non esiste un numero verde punti patente, ma il Ministero dei Trasporti mette a disposizione il numero 848782782. Potete utilizzare solo un telefono a rete fissa per chiamare questo numero e il costo è quello di una chiamata urbana.

Tramite il portale dell’automobilista, è possibile controllare in tempo reali i punti della propria patente presso l’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida.
Per usufruire di questo servizio online instituito dal Ministro dei trasporti dovrete registrarvi al sito internet.

Non esiste un numero verde punti patente, per informazioni potete chiamare il numero 848782782.

Numero Verde PostePay

Di seguito potete trovare il numero verde PostePay e gli altri contatti utili.

PostePay

PostePay è una carta prepagata emessa da Poste Italiane, che può essere utilizzata sia in Italia che all’estero, oltre che su internet, se riconosciuto il marchio Visa.

Nel 2015 sono state emesse 13,5 milioni di carte.

La particolarità  e la comodità  di questa carta è che non richiede un conto corrente: si può ricaricare la carta in tutti gli uffici postali e l’attivazione costa solamente 5 Euro.

Ogni ricarica costa 2 euro e il ritiro allo sportello costa 1 Euro se sportello poste, 1,75 se uno sportello di un’altra banca.

La carta può essere ricaricata anche tramite lo sportello postamat.

Può anche essere richiesto il servizio di ricarica a domicilio:

Tramite il sito di Poste italiane si può richiedere di ricevere un addetto di Posteitalianeperte: se chiamate il numero verde PostePay 803.160 potete avere maggiori informazioni sul servizio.

Sulla pagina web di Posteitaliane vi potete registrare al servizio PostePay, in modo da avere accesso a tutti i servizi erogati online: servizi finanziari (richiedere una e-postepay, consultare il saldo e la lista movimenti, ricaricare la carta o il cellulare, pagare i bollettini o effettuare altri pagamenti), altri servizi (fare acquisti su Postepay Deals, divertirsi con Postepay Fun e consultare gli sconti accumulati con Sconti BancoPosta).

Numero verde PostePay

Se avete bisogno di informazioni e assistenza o dovete rinnovare PostePay potete chiamare il numero verde 800.00.33.22. Se chiamate dall’estero dovete usare il numero +39 02.8244.33.33.

Numero verde PostePay blocco carta

Se dovete bloccare la vostra carta PostePay a causa di furto o smarrimento potete chiamare il numero verde 800.90.21.22, operativo tutti i giorni 24 ore al giorno. Se vi trovate all’estero dovete usare il numero +39.049.2100.149.

Numero verde PostePay servizio a domicilio

Per prenotare il servizio a domicilio potete anche chiamare il Contact center di Poste Italiane, utilizzando il numero verde 803.160.
(scegliendo l’opzione “Servizi a domicilio” all’interno delle voci Servizi Postali, Servizi Finanziari e Posteshop)

In alternativa potete richiedere il servizio a domicilio di ricarica Postepay prenotando un appuntamento: lo potete fare utilizzando l’apposito modulo che trovate online alla pagina web di PostePay.

Se avete bisogno di informazioni e assistenza o dovete rinnovare PostePay potete chiamare il numero verde 800.00.33.22. Se chiamate dall’estero dovete usare il numero +39 02.8244.33.33.

Numero verde Poste Italiane

Di seguito potrete trovare il numero verde Poste Italiane e altri contatti utili.

POSTE ITALIANE

Poste italiane è una S.P.A. dello Stato italiano, controllata dal Ministro dello sviluppo economico. E’ quotata alla borsa di Milano.

Si occupa da sempre primariamente del servizio postale, ma negli anni è diventata sempre di più una azienda di erogazione di servizi, compresi quelli finanziari, assicurativi e di telefonia mobile.

Fu fondata nel 1862 ed aveva in Monopolio i servizi postali dello Stato Italiano.

Poste italiane controlla varie aziende:

BancoPosta Fondi S.p.A. SGR – 100%
CLP S.c.p.A. – 51%
Consorzio per i Servizi di Telefonia Mobile S.c.p.A. – 51%
Europea Gestioni Immobiliari S.p.A. – 55%
Banca del Mezzogiorno – MedioCredito Centrale S.p.A. – 100%
Mistral Air S.r.l. – 100%
Poste Assicura S.p.A. – 100%
Poste Energia S.p.A. – 100%
PosteMobile S.p.A. – 100%
PosteShop S.p.A. – 100%
Poste Tributi S.c.p.A. – 70%
PosteTutela S.p.A. – 100%
Poste Vita S.p.A. – 100%
Postecom S.p.A. – 100%
Postel S.p.A.- 100%
SDA Express Courier S.p.A. – 100%

SEDE LEGALE:

Sede legale
Viale Europa, 190 – 00144 Roma
Tel. +39 06 5958.1
Fax +39 06 5958.9100

Numero verde Poste Italiane

Se siete clienti di Poste Italiane e volete esporre un reclamo su un prodotto o servizio, potete chiamare il numero verde 803.160. Il Contact center è a disposizione per informazioni e domande. Il numero è gratuito da rete fissa.

Se chiamate da cellulare dovete usare il numero 199.100.160 del servizio clienti: il costo della chiamata dipende dal piano tariffario del vostro gestore telefonico, massimo 0,60 centesimi al minuto.

Numero verde Poste Italiane Banco Posta

Se volete chiamare Banco Posta potete usare il numero verde 800.00.33.22 dall’Italia,+39.02.8244.33.33, dall’estero.

Altri numeri poste italiane

Per contestazioni di addebito o informazione sulle carte:

– Carta BancoPosta Classica e CREDit-easy: 0432.744255;
– Carta BancoPosta Oro: 0432.744264;
– Carta BancoPosta Ricaricabile: 800.397206 (chiamate da telefono fisso), 02.30352001 (chiamate da telefono mobile);
– Carta Oro American Express: 06.72.280.735;
– Carta BancoPosta Più: 800.00.33.22.

Numero blocco Carte

Smarrimento o furto della Carta
Per bloccare la carta potete telefonare ai seguenti numeri, operativi 24 ore su 24:
– Postepay: 800.90.21.22 (dall’Italia), +39.049.2100.149 (dall’estero);
– Postamat Maestro e Postamat Click: 800.652.653 (dall’Italia), + 39.04.92100148 (dall’estero);
– BancoPosta Classica, BancoPosta Oro o CREDit-easy: 800.207.167 (dall’Italia), 0039.0432.744106 (dall’estero);
– BancoPosta Ricaricabile: 800.822.056 (dall’Italia), 0039.02.6084.3768(dall’estero);
– Carta Oro American Express: 06.72.900.347 (dall’Italia), 011.800.263.92.279 (da USA, Canada e Australia), 018.001.231.690 (dal Messico), +800.263.92.279 (dagli altri paesi);
– Carta BancoPosta Più: 800.822.056.

Potete anche scrivere a poste italiane tramite la pagina web.

Se siete clienti di Poste Italiane e volete esporre un reclamo su un prodotto o servizio, potete chiamare il numero verde 803.160. Il Contact center è a disposizione per informazioni e domande. Il numero è gratuito da rete fissa.

Numero verde Noipa

Di seguito potete trovare il numero verde NOIPA.

Noipa

Le amministrazioni e gli operatori che interagiscono con la Direzione dei Sistemi Informativi e dell’Innovazione (DSII) formano sostanzialmente il Noipa.

Gli utenti e le organizzazioni che generalmente lavorano sul sistema Noipa sono:

Ragioneria Territoriale dello Stato
Uffici Responsabili Centrali
Uffici di Servizio e Scuole
Altri Enti ed Istituzioni terze

Le organizzazioni “Partner” sono:

Banca d’Italia
Ente Creditori
Istituti di Previdenza
Caf e professionisti abilitati
Uffici centrali di Bilancio

Fino al 1949 gli ordini di pagamento per dipendenti delle pubbliche amministrazioni erano fatti a mano. Da quando esiste il Ministero del Lavoro, si occupa di pagare gli stipendi ai dipendenti della Pubblica Amministrazione

Dal 1951 apparvero le prime macchine Remington Rand e il primo calcolatore.

I computers erano enormi e pesavano 30 tonnellate, occupando più di 100 metri quadrati di superficie. Questo vecchio ma innovativo sistema funzionava tramite le schede perforate.

Dopo altri 5 anni, con il progresso dell’informatica, il pagamento degli stipendi cominciò ad essere meccanizzato.

Negli anni 70 vengono creati i nuovi elaboratori UNIVAC 9300, dotati di nastro magnetico. Il centro elavorazione dati era a Latina, dove si trova tuttora.

Negli anni 80 si vede l’avvento dei primi database personalizzati e personal computer.

Agli inizi del 2000 viene creato il Service Personale Tesoro (SPT), tramite il quale viene emesso il cedolino di stipendio per più di 1500000 di dipendenti. Anche la stampa e l’imbustamento sono automatici.
Negli ultimi tempi è stato infine creato il cedolino unico, disponibile online sul portale stipendi delle varie pubbliche amministrazioni.

Noipa nasce nel 2012 come evoluzione di SPT.

Gli scopi del progetto NOIPA sono di uniformare la materia stipendiale per tutti i dipendenti delle Publliche Amministrazioni e rinnovare i sistemi sul controllo presenze/assenze oltre che realizzare i servizi sul trattamento giuridico.

Il Portale NoiPA è accessibile dal 2012 ed ha al momento la funzione di punto di raccolta dei servizi già  disponibili sul portale SPT e sul portale stipendi PA.

Da Gennaio 2013 si può gestire anche la componente di Gestione Anagrafica.

Inoltre ci sono state migliore sui servizi self-service per i dipendenti.

Numero verde Noipa

Per ogni dubbio potete sempre consultare il sito web del progetto.

Per ogni informazione o dubbio, potete chiamare il numero verde NOIPA 800 991 990, oppure consultare il sito web.

Numero verde Istanze Online

Il numero verde Istanze online è stato predisposto dal MIUR nel 2015.

MIUR – Piattaforma Web

La piattaforma web per gli istituti scolastici di valutazione è attiva dal 2015, istituita dal Miur.

Ogni scuola potrà  trovare una serie di dati di confronto a base provinciale, regionale e nazionale basata su 49 indicatori.

In questo modo ogni scuola potrà  capire meglio quali sono le cose da migliorare: il tutto in un ottica di trasparenza ed efficienza.

Il progetto è stato lanciato dal Ministro dell’Istruzione, che ha dichiarato: Autonomia non è sinonimo di anarchia. La Piattaforma di autovalutazione è un ulteriore tassello del mosaico del ddl “La Buona Scuola”: è uno strumento che fotografa gli istituti italiani e di conseguenza il lavoro dei dirigenti e della comunità  scolastica. Valutazione – ha sottolineato il Sottosegretario – è responsabilità . Continuiamo ancora sulla strada della trasparenza. Ogni cittadino saprà  in quale scuola manda il figlio, ogni scuola avrà  a disposizione indicatori fissi per analizzarsi, il Ministero potrà  avere un quadro chiaro delle criticità  e potrà  accompagnare i singoli istituti verso un miglioramento. Compiamo una missione per il Paese. Piattaforma di autovalutazione, anagrafe per l’edilizia scolastica, ddl: tutto si tiene”.

Il Direttore del MIUR e il Presidente dell’invalsi hanno presentato la piattaforma insieme ad altri dirigenti.

Tutti i partecipanti si sono dichiarati soddisfatti di questa nuova piattaforma, importante strumento per valutare l’operato delle singole scuole ed adottare misure correttive nel tempo.

Quello che avviene a scuola viene quindi reso trasparente e consultabile, con dati certi e obiettivi, presi da Miur, Invalsi, Ista e Ministero del lavoro.

La scuola come una casa di vetro

La novità  più rilevante è che esisteranno dati sugli sbocchi lavorativi comparati tra diverse scuole.

Lo strumento è dapprima utile alle scuole stesse: l’accesso alla piattaforma è riservato ai dirigenti scolastici e ai componenti del gruppo di autovalutazione delle scuole.

I dati estrapolati saranno poi consultabili dalle famiglie, che avranno uno strumento in più nel decidere dove mandare i figli a studiare

Numero verde Istanze online

Il Numero verde Istanze online predisposto dal Miur è 800.903.080.

Numero verde INPS

Esiste un numero verde INPS per informazioni generali, potete trovarlo di seguito insieme agli altri contatti utili.

INPS

L’INPS gestisce gran parte della previdenza italiana ed e’ uno dei piu grandi e complessi istituti d’Europa.

Breve storia:

Nato oltre cento anni fa, allo scopo di garantire i lavoratori dai rischi di invalidità , vecchiaia e morte, l’Istituto ha assunto nel tempo un ruolo di crescente importanza, fino a diventare il pilastro del sistema nazionale del welfare.

1898: creazione della fondazione della Cassa nazionale

1919: piu di 700.000 iscritti. L’assicurazione per invalidita e vecchiaia diventano obbligatorie.

1933: la CNAS diventa Istituto Nazionale della Previdenza sociale.

1939: vengono istituite le assicurazioni contro la disoccupazione e la tubercolosi

1952: nasce il trattamento minimo di pensione.

1957 – 1966: tre Casse distinte: coltivatori diretti, mezzadri e coloni, artigiani e commercianti.

1968 – 1969: entra in vigore il sistema retributivo al posto del contributivo.

1980: nasce il sistema sanitario nazionale. Inps si incarica di riscuotere i contributi malattia.

1984: cambia la disciplina dell’invalidita’.

1989: legge di ristrutturazione dell’INPS.

1990: riforma sistema pensionistico per lavoratori autonomi.

1992: eta’ pensionistica sale a 65 anni per gli uomini e 60 per le donne.

1993: istituzione della previdenza complementare.

1995: riforma sistema pensionistico, torna il sistema contributivo.

1996: pensione anche per i lavoratori parasubordinati.

2003: riforma del mercato del lavoro

2004: riforma delle pensioni, operativa dal 2008. Incentivi per posticipare la pensione.

2009: revisione del sistema delle quote

2010: Ipost soppresso, tutte le funzioni passano all’INPS.

2011: soppressi Inpdap (Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica) ed Enpals (Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo), tutte le competenze passano all’INPS.

L’istituto si occupa di erogare le pensioni agli aventi diritto.

Numero verde INPS

Contact Center Integrato Inps-Inail

Il numero verde INPS 803164 è operativo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 20.00
ed il sabato dalle ore 8.00 alle ore 14.00
(Ora Italiana)

Se chiamate da cellulare potete usare il numero 06164164: il costo della chiamata dipende dal piano tariffario del vostro gestore telefonico.

Numero verde INPS dall’estero

Belgio 080013255
Danimarca 80018297
Francia 0800904332
Germania 08001821138
Gran Bretagna 0800963706
Irlanda 1800553909
Lussemburgo 08002860
Paesi Bassi 08000223952
Portogallo 800839766
Spagna 900993926
Svezia 020795084
Svizzera 0800559218

In alternativa sul sito web esiste un servizio di chat.

chat

Il numero verde INPS 803164 è operativo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 20.00
ed il sabato dalle ore 8.00 alle ore 14.00

Numero verde Fondo Est

Di seguito potete trovare il numero verde Fondo Est e gli altri contatti utili.

Fondo Est

Fondo Est è l’Ente di assistenza sanitaria integrativa del Commercio, del Turismo, dei Servizi e dei settori affini!

Come si legge nel sito web ufficiale:

“Il Fondo, costituito dalle parti sociali nel 2005, nasce in attuazione di un accordo recepito dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (C.C.N.L.) del Terziario e del Turismo parte speciale “Pubblici esercizi” e parte speciale “Imprese di viaggi” e, successivamente, dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Aziende Ortofrutticole e Agrumarie e dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Aziende Farmaceutiche Speciali.”

Fondo Est è una associazione giuridica non riconosciuta e non ha fini di lucro.

Dal 2006 l’Ente garantisce ai lavoratori iscritti, una assistenza sanitaria integrativa.
Sul sito web dell’ente potete trovare tutte le informazioni necessarie.

Per alcune categorie di lavoratori l’assistenza è automatica: per esempio quelli appartenenti secondo c.c.n.l. alle categorie Terziario, Turismo, delle Aziende Farmaceutiche Speciali e delle Aziende Ortofrutticole e Agrumarie.

Per poter usufruire dell’assistenza si deve avere un contratto di almeno 3 mesi.

Dati dell’Ente:

Fondo Est
Ente Assistenza Sanitaria Integrativa del Commercio, del Turismo e dei Servizi e dei Settori Affini
Via Cristoforo Colombo 137 00147 Roma
C.F. 08626141009

Numero verde Fondo Est

Il Numero Verde Fondo Est per informazioni generali è 800.922.985 per chiamate da rete fissa, operativo dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 12.30 de dalle 14.00 alle 17.30, il venerdì dalle 9.00 alle 12.30.

Se chiamate da cellulare il Numero Fondo Est è: 06.51.03.11, operativo dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 12.30 de dalle 14.00 alle 17.30, il venerdì dalle 9.00 alle 12.30: il costo della chiamata dipende dal piano tariffario del vostro gestore telefonico.

In alternativa potete inviare una email a info@fondoest.it

Numero verde Fondo Est Unisalute

Il Numero Verde Fondo Est Unisalute è 800.016.648

Contatti ufficio stampa:

Ufficio Stampa e Comunicazione
comunicazione@fondoest.it
Segreteria
segreteria@fondoest.it
Assistenza Software
informatica@fondoest.it

Il modo migliore di contattare Fondo Est è chiamare Il Numero Verde Fondo Est per informazioni generali 800.922.985 (per chiamate da rete fissa), operativo dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 12.30 de dalle 14.00 alle 17.30, il venerdì dalle 9.00 alle 12.30.

Numero verde Equitalia

Il numero verde Equitalia è a disposizione per info e chiarimenti, insieme ad altri metodi di contatto che troverete di seguito.

Equitalia

Equitalia si occupa di riscuotere i tributi su territorio nazionale, ed è divisa in:

Holding Equitalia SpA.
Equitalia Nord SpA, Equitalia Centro SpA, Equitalia Sud SpA.
Equitalia Giustizia SpA.

E’ nata nel 2005, formata esclusivamente da capitale pubblico.

Equitalia Nord SpA, Equitalia Centro SpA ed Equitalia Sud SpA sono iscritte all’Albo dei soggetti abilitati alla gestione delle attività  di liquidazione, di accertamento e riscossione dei tributi.

Tutte e tre le società  sono conformi con UNi EN ISO 9001: 2008

Prima di Equitalia, esistevano circa 40 aziende di proprietà  di istituti bancari, delegate alla riscossione dei tributi.

L’obiettivo di Equitalia è quello di perseguire uniformità  nazionale nel pagamento dei tributi, in modo da creare una maggiore equità  fiscale.

Numero verde Equitalia

Il numero verde Equitalia è 800 178 078, operativo per i servizi automatici tutti i giorni dell’anno, 24 ore al giorno, con operatore dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18.

Se chiamate da cellulare o dall’estero il numero a pagamento è 02 3679 3679: il costo della chiamata dipende dal piano tariffario del vostro gestore telefonico.

In alternativa potrete scrivere una e-mail tramite il sito web dell’azienda.

Sempre sul sito dell’azienda potrete trovare un pagina dove avrete la possibilità  di inviare suggerimenti su come migliorare il servizio.

I professionisti delle associazioni possono invece scrivere all’indirizzo e-mail associazioni.ordini.intermediari@equitaliaspa.it.

Numero verde Equitalia Enti pubblici

Il servizio, operativo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 18.00, è accessibile attraverso i seguenti canali:

Richieste di assistenza su Servizi istituzionali e di supporto alla riscossione:
helpdeskenti@equitaliaspa.it, Numero Verde 800349192, FAX: 0659069560
POSTA:
Equitalia SpA Divisione Servizi ICT Produzione Ruoli e Documenti Esattoriali
Help Desk Enti
Via Grezar, 14
00142 ROMA

Richieste di assistenza su attività  di rendicontazione
helpdeskenti@equitaliaspa.it, Numero Verde 800349192, FAX: 0659069560
POSTA:
Equitalia SpA Divisione Servizi ICT Produzione Ruoli e Documenti Esattoriali
Help Desk Enti
Via Grezar, 14
00142 ROMA

Richieste su Sospensione Mandati di Pagamento
helpdeskenti@equitaliaspa.it, Numero Verde 800349192, FAX: 0659069560
POSTA:
Equitalia SpA Divisione Servizi ICT Produzione Ruoli e Documenti Esattoriali
Help Desk Enti
Via Grezar, 14
00142 ROMA

Richieste di assistenza tecnica su accesso ai servizi web, password e profilazioni
Sicurezza.logica@equitaliaspa.it

Richieste di codifica nuovi enti e nuovi codici tributi
Gestione.tabelle@equitaliaspa.it

Il modo migliore per avere informazioni è quello di contattare il numero verde Equitalia o presentarsi ad uno degli sportelli presenti sul territorio: sul sito dell’azienda potete trovare il più vicino.

Numero verde Enasarco

Numero verde Enasarco: potete trovare di seguito i modi migliori per contattare l’ente.

Enasarco

L’Enasarco ha sede a Roma ed è l’Ente nazionale di assistenza per gli agenti e i rappresentanti di commercio.

E’ un ente previdenziale ed ha assunto dal 1996 la forma giuridica di fondazione.

L’azione dell’ente è previdenziale e assistenziale come previsto dall’art 48 Costituzione.

ENASARCO persegue scopi di Diritto pubblico, pur essendo un soggetti di Diritto Privato ed è sottoposto alla vigilanza del Ministero del lavoro, della salute, e delle politiche sociali.

Nacque nel 1938 e divenne ente pubblico nel 1939, a seguito di un decreto regio. Le finalità  elencate erano: gestire la previdenza, il fondo indennità  risoluzione rapporto, l’istruzione professionale e l’assistenza sociale.

Dal 1973 i compiti dell’Ente sono stati rivisti e riformulati: in seguito a questi cambiamenti i versamenti contributivi diventano obbligatori anche se finalizzati ad una previdenza integrativa.

L’Enasarco è stato privatizzato nel 1994. e dal 1998 l’Ente ha un nuovo regolamento.

Nel 2004 un nuovo regolamento ha rinnovato la funzione di Enasarco, in quanto si è alzata l’età  pensionabile, così come la contribuzione minima, insieme ad altri cambiamenti di rilievo.

L’ultimo regolamento è del 2012, che ha equiparato la previdenza Enasarco a quella statale. Sono stati inoltre venduti i patrimoni immobiliari, il cui ricavato andrà  investito e dovrebbe consentire di ottenere liquidità  per l’erogazione di pensioni.

Come si legge nel sito ufficiale:

“La Fondazione Enasarco provvede alla previdenza e all’assistenza degli agenti e dei rappresentanti di commercio. Le prestazioni previdenziali garantite sono integrative rispetto a quelle fornite dal “primo pilastro” Inps. Gli agenti iscritti sono oltre 250.000 e le ditte mandanti sono 100.000. Le pensioni e le prestazioni erogate sono rispettivamente più di 112.000 e circa 12.000”.

Numero verde Enasarco

Se avete bisogno di informazioni, volete dare suggerimenti o dovete risolvere un problema, potete scrivere a Enasarco utilizzando il modulo nell’area riservata del sito web..

Nell’area riservata esiste anche l’opzione di chattare con un operatore.

Non esiste un numero verde Enasarco, ma potete chiamare il numero a pagamento 199 30 30 33 operativo dal lunedì al venerdì, tra le 8:30 e le 19.